Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Mercoledì 21 Agosto 2019
Salta i link dei menu
Versioni alternative: Solo testo - Alta visibilità
     Mappa del sito
Home Frecce Eventi

Incontro ad Alessandria con il Prof. BEPPE SCIENZA

Autore: Amministratore.
Data prima pubblicazione: Giovedì, 10 Gennaio 2013, Ore: 10:05:39
Data ultima modifica: Giovedì, 10 Gennaio 2013, Ore: 10:05:52
Area tematica: Politiche sociali
Data inizio: 10-01-2013
Data fine: 10-01-2013
Sede: Sala Consiglio Palazzo Ghilini
Indirizzo: Piazza della Libertà 16
Località: Alessandria
Descrizione:
Giovedì 10 gennaio alle ore 18 alla presenza del Presidente del Consiglio Giovanni Barosini nella sala consiliare della Provincia di Alessandria, Palazzo Ghilini, vi sarà un incontro con il prof. Beppe Scienza.

L’argomento che sarà trattato vuole focalizzare l'attenzione su due temi cari a molte famiglie: la previdenza e il risparmio.

Beppe Scienza, che generosamente ha dato la propria disponibilità, è professore di matematica all’Università di Torino, si occupa di risparmio e previdenza integrativa dal 1976 ed ha scritto molti libri tra cui “ La pensione tradita”, “ Il risparmio tradito”.

Il prof. Scienza non è soltanto un grande esperto di queste tematiche, ma pure una persona indipendente ed imparziale che ha dimostrato di sapere come fare informazione e formazione su argomenti delicati ed importanti per le persone.

La lettura delle sue pubblicazioni e dei suoi articoli e la partecipazione ai suoi convegni è certamente fonte di arricchimento per tutti i cittadini ed un prezioso aiuto nella scelta consapevole degli strumenti più appropriati alla loro situazione personale e familiare. A moderare l’incontro il dott. Luigi Barberis. “Sempre più famiglie sono obbligate ad intaccare i loro risparmi per fare fronte alle spese crescenti. L’aumento delle imposte, la mancanza di lavoro e la crisi in generale, sono la causa di questo inquietante fenomeno, ma il risparmio è legato al reddito da lavoro – commenta Barosini – “Il risparmio delle famiglie ha garantito l’assorbimento dei titoli di Stato, ma sempre più famiglie si vedono costrette ad indebitarsi. Serve una cura energica per rilanciare l’economia italiana, servono strumenti utili a tutelare il risparmio e la crescita.”
Documenti
Icona pdf Locandina (file pdf 214.04 kb scaricato 31 volte)