Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Lunedì 23 Ottobre 2017
Salta i link dei menu
Solo testo - Grafica
Home Frecce Notizie

Specificazioni attinenti l’apertura della stagione venatoria 2017-2018 relativamente all’attività venatoria esercitata all’interno del SIC–ZPS IT1180004 greto dello Scrivia

Autore: Amministratore.
Data prima pubblicazione: Lunedì, 18 Settembre 2017, Ore: 15:05:57
Data ultima modifica: Lunedì, 18 Settembre 2017, Ore: 15:05:57
Area tematica: Biodiversità - Rete Natura 2000
Descrizione:
SI RICORDA CHE:
A seguito dell’entrata in vigore delle “Misure di Conservazione per la tutela dei siti della Rete Natura 2000 del Piemonte” (approvate con deliberazione della Giunta Regionale n. 54-7409 del 7 aprile 2014 e smi) sono stati stabiliti  DIVIETI E I VINCOLI relativi all’attività venatoria nei S.I.C. e nelle Z.P.S.
 
I siti della Rete Natura 2000 del Piemonte – Zone di Protezione Speciale (ZPS) e Siti di Importanza Comunitaria (SIC) non sono tabellati e di conseguenza non sono riconoscibili sul territorio, a differenza invece dei Parchi naturali e delle Riserve naturali (tabelle verdi), oppure delle Oasi di Protezione, o delle Zone di Ripopolamento e Cattura (ZRC), ecc. 
Pertanto il cacciatore dovrà informarsi sui confini delle ZPS, dei SIC con anticipo e prima di iniziare l’attività, contattando l’ATC di competenza.

In particolare  si ricorda che:
  1. Nelle ZPS l’attività venatoria non può iniziare prima del 1° ottobre, in quanto sono vietate tutte le cosiddette pre-aperture previste dal Calendario Venatorio per il mese di Settembre. Per la Stagione venatoria 2017-2018, la caccia nelle ZPS inizierà pertanto domenica 1 ottobre 2017.
  2. E’ VIETATO l’uso del munizionamento con pallini al piombo in ambienti delle acque ferme, paludi e torbiere ed ambienti delle acque correnti; se il cacciatore nel corso della giornata intendesse spostarsi dalla ZPS o dal SIC per cacciare nel territorio esterno, può portare con sé anche munizioni contenenti piombo, che potrà utilizzare solo all’esterno delle ZPS e dei SIC.
  3. E’ VIETATO esercitare la caccia da appostamento fisso, fatta esclusione per le postazioni funzionali agli interventi di controllo demografico del cinghiale;
  4. E’ VIETATO cacciare il cinghiale con più di 4 cani;
  5. E’ VIETATO svolgere attività di addestramento cani con o senza sparo dal 1 gennaio al 1 settembre;
  6. E’ VIETATO il foraggiamento dissuasivo e attrattivo;
  7. Nelle ZPS e nei SIC, anche nelle braccate, nella caccia di selezione, negli interventi di controllo della popolazione del cinghiale e di altre specie, è obbligatorio l’uso di munizioni che non contengano piombo (monolitiche, ecc.);
  8. Nelle ZPS e nei SIC la caccia alle specie migratorie è consentita – per non più di tre giornate settimanali.
  9. Nelle ZPS e nei SIC, nel mese di gennaio, la caccia è consentita per soli 2 giorni alla settimana e, più precisamente, il mercoledì e la domenica ed esclusivamente da appostamento temporaneo (volpe e ungulati esclusi).
 
Sanzioni amministrative:
Da 500,00 € a 5.000,00 € per le violazioni alle Misure di Conservazione (art. 55 comma 15 LR 19/2009
 
Documenti
Icona pdf Carta SIC Nord (file pdf 342.25 kb scaricato 15 volte)
Icona pdf Carta SIC Centro (file pdf 331.77 kb scaricato 11 volte)
Icona pdf Carta SIC Sud (file pdf 343.66 kb scaricato 10 volte)