Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Domenica 28 Maggio 2017
Salta i link dei menu
Versioni alternative: Solo testo - Alta visibilità
Home Frecce Notizie

Campus Montecatini

Autore: Amministratore.
Data prima pubblicazione: Martedì, 16 Novembre 2010, Ore: 09:07:56
Data ultima modifica: Martedì, 16 Novembre 2010, Ore: 09:08:18
Area tematica: Politiche giovanili e sport
Descrizione:
BENESSERE…ERGO SUMUS
Vivere il viaggio con il desiderio forte di farlo diventare qualcosa di molto più che un’andata e ritorno.
Questo è stato “CAMPUS MONTECATINI”, evento promosso dal 2004 dalla Provincia di Pistoia, dal Gruppo Abele, e dall’Assessorato alle Politiche Giovanili di Pistoia.
E’ stato uno squarcio di vita intensa durato tre giorni e miliardi di stimoli diretti a noi, millecinquecento ragazzi da tutta Italia: i veri protagonisti.
Noi “giovani”, come ci chiamano, non siamo un gruppo compatto che promette un futuro scintillante e nemmeno una massa di automi incapaci e spesso indifferenti al formulare un’opinione personale, ma moltissimi di noi, quando entrano in contatto con adulti veri, coerenti e credibili, “esplodono dentro”. C’è stata una grande esplosione, in quella piccola città il 21, 22 e 23 Ottobre 2010, e noi giovani, sì, emblema del futuro, siamo stati per un breve periodo il presente.
Tuttavia il Campus non è solo un evento, ma vuole insegnare l’attitudine a vivere il presente, ad informarsi, a riflettere, ad aprirsi alle varie realtà, a confrontarsi e a far nascere da tutto ciò una propria consapevolezza e opinione più forti. Vuole infine insegnare una coerenza morale, che permetta di agire conformemente al nostro pensiero partendo dagli episodi di vita quotidiani. “Un’idea, un concetto, un’idea, finché resta un’idea, è soltanto un’astrazione…”, cantava Giorgio Gaber…e lui sapeva quel che diceva.
Il Campus, ha voluto insegnarci che il benessere, nostro e altrui, si fonda sulla libertà; il che non significa “far ciò che si vuole”, né esprimere una determinata opinione: libertà è partecipazione. E perciò, il vero motto di questa magnifica avventura che è la vita non è “Benessere…ergo sum”, ma, come disse fremente sul palco del Teatro Verdi Don Luigi Ciotti, è “BENESSERE…ERGO SUMUS”!
Elisa Guarraggi

Un’esperienza da ripetere al Campus di Montecatini
Anche quest’anno come scuola En.A.I.P. partecipiamo al progetto Millerighe della Provincia che coinvolge tutte le redazioni dei giornalini delle diverse scuole della provincia di Alessandria.
Il nostro è l’unico istituto professionale che partecipa a questo progetto e questo ci fa onore.
Il tema che affronteremo quest’anno con altri ragazzi è la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità di Italia.
Durante il primo incontro del progetto Millerighe c’è stato proposto di partecipare alla VII edizione del Raduno Nazionale Albachiara, organizzato dal Gruppo Abele.
Io sono stato uno dei 10 ragazzi della provincia di Alessandria che, accompagnati dal funzionario provinciale Ezio Balostro, ha partecipato al Campus di Montecatini Terme che si è svolto tra il 21 e il 23 di ottobre 2010; quest’anno eravamo quasi 1700 ragazzi.
Il Campus è un percorso di approfondimento su legalità, diritti e partecipazione rivolto ai giovani di tutta Italia. Il tema di discussione di questa edizione 2010 è il “Benessere”. Tra i tanti ospiti posso citare Don Luigi Ciotti, Umberto Ambrosoli, Susanna Camuso e Giancarlo Caselli.
Ci sono stati molti momenti di intrattenimento, divertimento, presentazioni di libri e incontri con personaggi famosi.
Il primo giorno al mattino è stata fatta l’inaugurazione del VII Campus, con musica e due figuranti che ballavano.
La giornata si divideva in due parti: al mattino c’erano degli ospiti famosi che hanno fatto degli interventi. Ad esempio il primo giorno come ospite era presente il famoso schermidore “Salvatore Sanzo” (che ha vinto le Olimpiadi di Atene) che ci ha parlato un po’ della sua vita.
Al pomeriggio tutti i partecipanti sono stati divisi in gruppi di lavoro per effettuare dei laboratori su quattro aeree tematiche: senso civico, stili di vita, contesti e comunicazione. Per ognuna di queste aeree tematiche sono stati organizzati diversi laboratori artistici di musica, arte, teatro, danza e tante altre cose.
Io ho scelto di lavorare sul tema della comunicazione; in particolare ho lavorato insieme al gruppo che si occupava del Web. Abbiamo parlato del motivo per cui si usa il Web e abbiamo concluso che la maggior parte di noi usa il Web per ricerche scolastiche e alcuni per ottenere informazioni di attualità.
Il confronto mi è sembrato interessante anche perché mi piace molto navigare su internet.
Nell’ultimo giorno del campus al mattino ci hanno fatto vedere dei video e delle immagini di quello che è successo nelle due giornate fatti dai ragazzi che hanno partecipato al laboratorio di arte e di cinema.
Sono stato molto contento di aver partecipato al Campus e questa esperienza mi ha fatto capire che bisogna comunicare di più con gli altri e non essere sempre da solo o timido.
Kenneth Aguayo