Provincia di Alessandria - portale istituzionale

Tesserino di idoneità alla raccolta dei tartufi

Rilascio del tesserino che attesta l’idoneità alla raccolta dei tartufi a seguito del superamento di un esame. Detto esame serve ad attestare la conoscenza del richiedente delle normative nazionale regionali che regolano la ricerca , la raccolta e la commercializzazione dei tartufi freschi. Ha una validità decennale e viene rinnovato su richiesta dell’interessato senza ulteriori esami.
Gli esami hanno sede presso la Direzione Ambiente – via Galimberti 2/a – ALESSANDRIA – Sala Riunioni

N.B. La Regione Piemonte, con D.G.R. n. 2 – 5833 del 31/05/2013, ha approvato il nuovo calendario per la raccolta dei tartufi, previsto in applicazione della L.R. 16/2008 che regolamenta la raccolta e coltivazione del profumato Tuber.

Link Regione Piemonte https://www.regione.piemonte.it/web/temi/ambiente-territorio/foreste/alberi-arboricoltura/tartufi

A chi si rivolge

Cittadini che hanno superato il 14mo anno di età

Chi se ne occupa

Normativa

L. R. n. 16 del 26.06.08
L. n. 752 del 16.12.85

Referente

Roberta Cazzulo

Contatti

Via Galimberti, 2/A, 15121 Alessandria
Telefono: 0131304562
Email: roberta.cazzulo@provincia.alessandria.it

Cosa occorre

Documentazione da presentare per il rilascio del tesserino:

  • Domanda in bollo da 16,00€
  • 2 foto formato tessera
  • 1 marca da bollo da 16,00€ che verrà applicata sul tesserino
  • documento di identità
  • il versamento  della tassa di concessione regionale di 150,00 € verrà effettuato dopo aver sostenuto l’esame positivamente e l’avviso di pagamento verrà consegnato il giorno dell’esame.

Modulistica da ritirare presso l’Ufficio o scaricabile da questa pagina

Spese

Per effettuare l’attività di ricerca è necessario versare una tassa di concessione regionale annuale di euro 150,00.
Dal 1° luglio 2020 è in vigore l’obbligo di eseguire i pagamenti a favore della pubblica amministrazione attraverso il circuito nazionale pagoPA. È possibile scaricare il proprio avviso di pagamento contenente lo IUV (identificativo unico di versamento) accedendo mediante SPID al Portale Tartufi al seguente indirizzo:
http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/territorio/servizi/981-portale-tartufi
Con l’avviso di pagamento e il codice avviso su di esso riportato si potranno utilizzare gli sportelli ATM della propria banca (se abilitati), le tabaccherie, i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5 oppure gli Uffici Postali. Si potrà anche utilizzare il proprio home banking per le banche abilitate (cercare i loghi CBILL o pagoPA).
Una volta effettuato il pagamento, accedendo nuovamente al Portale Tartufi sarà possibile scaricare la ricevuta.
L’art. 13 comma 8 della legge regionale 16/2008 stabilisce sanzioni pecuniarie per le violazioni delle norme in materia di ricerca, raccolta, lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei tartufi.

Altri Enti/Agenzie coinvolti nella gestione/rilascio del servizio

Regione Piemonte

Tempi standard del procedimento

Nel caso di presentazione di documentazione completa e salvo sospensione dei termini da parte di altri Enti, ci impegniamo a rilasciare l’autorizzazione alla ricerca in: 90 giorni

Ultima modifica: 21 Marzo 2024 alle 13:51
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto